10° Anniversario 2008-2018 | Conferenza stampa

Foligno, 26 ottobre 2017 – Sala Topino – Archivio di Stato di Foligno: conferenza stampa di presentazione del progetto sportivo per il sociale e la beneficenza “Sport for All | Play for Life” in occasione del 10° anniversario dell’associazione. Un progetto sportivo unico nel suo genere con manifestazioni ed eventi di diversa natura, per tutte le fasce d’età; suddiviso nei vari mesi dell’anno 2018.

Il 2018 è l’anno di celebrazione dell’anniversario del decimo dalla fondazione dell’associazione Pescatori del Topino e quale migliore occasione è l’organizzazione di un evento unico ed irripetibile che coinvolge sia la società sportiva stessa che l’intera comunità dei folignati. Si tratta di una serie di eventi sportivi e di altro genere organizzati nell’arco dell’intero 2018 volti alla partecipazione gratuita e di massa sia delle scuole che della comunità intera. Ne è esempio il progetto “Sport for All – Play for Life” dedicato alla promozione dello sport per diversamente abili ed anche alla, ormai consolidata prassi della società, devoluzione del pescato e delle donazioni monetarie a enti benefici come il Banco Alimentare e la Croce Rossa Italiana perché fare sport significa anche fare del bene e aiutare il prossimo.

Il programma dell’intero evento è ricco di appuntamenti da non perdere: un concorso di disegno per bambini; un concorso fotografico diviso in categoria amatoriale e professionistico con oggetto ovviamente la pesca e il fiume Topino; una giornata di introduzione alla pesca sportiva per bambini e diversamente abili; una gara di pesca per amatoriali e una per agonisti; un contest culinario; la realizzazione e la distribuzione di un fumetto ed infine una grande festa di chiusura con ospiti speciali.

Madrina ufficiale non poteva che essere una modella folignate considerata tra le 50 donne più belle del mondo, Vittoria Trabalza Marinucci. Ci saranno diversi testimonial sportivi umbri per ogni evento, tra i tanti aderiranno all’iniziativa: Laura Rampini, Andrea Santarelli, Diana Bacosi e Maria Moroni.

Ricordando inoltre che al momento il progetto è stato inviato ufficialmente alla federazione Fipsas e Coni in attesa della trasmissione dello stesso alla Regione Umbria affinché ne possa reclamare il patrocinio.

Alla conferenza stampa sono intervenuti: il delegato allo sport del Comune di Foligno, Enrico Tortolini; il responsabile della comunicazione dell’associazione, Fabrizio Reali; il vice presidente regionale Arci Pesca Fisa, Silvio Antonini; il presidente del Comitato Locale di Foligno della Croce Rossa Italiana, Roberto Pagliacci; il responsabile nazionale della segreteria generale Opes, Vittorio Rosati; il vice presidente regionale Banco Alimentare, Guido Strati. Assenti il presidente regionale Fipsas, Vanni Giorgioni e il presidente regionale del Coni Umbria, Domenico Ignozza.

Enrico Tortolini ha dichiarato:”l’associazione ha svolto un lavoro certosino per la città di Foligno e per lo sport, cresciuto in maniera esponenziale”, evidenziando che “lo sport non è solo calcio, pallavolo o pallacanestro, ma anche tanti sport minori, ovvero sport meno visti che nascondono un grande lavoro alle spalle. Qui non c’è solo sport, c’è tanto di più”

Il vice presidente Arci Pesca Fisa dell’Umbria, Silvio Antonini, ha aggiunto: “I Pescatori del Topino hanno dimostrato un impegno fuori dal comune nell’organizzazione dei grandi eventi, come ad esempio i campionati italiani. Questa è stata l’unica società a cui abbiamo dato l’onere di organizzarlo a Casco dell’Acqua. E’ stato unico perchè è stato ben organizzato. Gli va dato merito, questa cosa ci ha inorgoglito e per questo siamo contenti dell’invito che ci ha fatto”

Guido Strati ha dichiarato: “L’associazione ci ha richiesto di poter partecipare all’iniziativa di donazione del pescato delle gare, conoscendoci come associazione che raccoglie e distribuisce prodotti alimentari per gli indigenti”. Strati ha messo in risalto il fatto che “è una cosa molto bella per le persone che hanno bisogno di sostegno e aiuto”. Per questa collaborazione, che dura ormai da 4 anni, hanno partecipato enti, associazioni e monasteri di Foligno, Spello, Bevagna, Montefalco e Trevi. Il rapporto tra Banco Alimentare e ASD Pescatori del Topino è focalizzato su un obiettivo ben chiaro che entrambi hanno e stanno provando a portare avanti in simbiosi: ridurre gli sprechi. Dò testimonianza di una cosa che sta funzionando e funziona”

E’ intervenuta attivamente anche Opes con il suo responsabile nazionale Vittorio Rosati: “una collaborazione con l’ASD Pescatori del Topino che ci ha portato a sviluppare un progetto su tutto il territorio nazionale che aveva l’obiettivo di portare le famiglie a fare sport per poter rinsaldare le relazioni e i rapporti e ricreare quella ‘pagina umana’, ovvero quella familiare, indispensabile nei nostri contesti. La collaborazione ha dato i suoi frutti. Crediamo fortemente nella pesca, sia come sport che come attività decisiva nelle relazioni, Opes è a disposizione. Siamo qua”

Roberto Pagliacci è intervenuto così: “la qualità dell’organizzazione: attenta non solo nell’organizzazione degli eventi, ma anche agli ospiti e agli associati, puntando sempre alla loro sicurezza. In ogni manifestazione hanno avuto la previsione di mettere in sicurezza tutti i partecipanti, come avviene in tutte le attività sportive. Hanno sempre voluto e chiamato la Croce Rossa per offrire assistenza sanitaria in ogni occasione. Altro aspetto fondamentale è la finalità umanitaria degli eventi. Nelle molteplici attività che svolgono c’è sempre una finalità ulteriore, non solo lo sport e il divertimento, ma anche pensare a chi ha di meno ed è meno fortunato. Sia con le raccolte di alimenti, come fa con il Banco Alimentare, sia anche per sostenere un’associazione umanitaria e di soccorso come Croce Rossa. Dieci anni stanno per compiersi, ma l’augurio è di arrivare a 100”

La Sala Topino dell’Archivio di Stato di Foligno non è stata scelta a caso per la presentazione ufficiale del progetto in conferenza stampa, non soltanto per l’ovvio richiamo al fiume della città, a cui è legata la nostra associazione già dal suo nome, ma anche perchè rappresenta un luogo di incontro dal punto di vista storico-culturale dove sono presenti cartine e mappe molto importanti. Ma c’è di più. Tra Gennaio e Febbraio i bambini che desidereranno partecipare al concorso di disegno saranno ‘educati’ in questa sala per degli incontri formativi in cui saranno mostrate loro le cartine e a cui sarà spiegata la storia e il valore del fiume Topino. Soltanto dopo questa fase iniziale di apprendimento le insegnanti delle classi li accompagneranno presso le rive del fiume per metterli a contatto diretto con la realtà naturale del Topino, in modo tale da ispirarli per i loro disegni.

Sport for All | Play for Life vi aspetta !!! Come detto in sede di conferenza dal nostro responsabile alla comunicazione, Fabrizio Reali, “vogliamo condividere con tutti la nostra festa. La divulgazione e la partecipazione di massa sarà per noi il miglior ringraziamento

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

FOTO