Apertura Trota Torrente 2012

Dopo la pausa invernale, siamo ormai prossimi alla riapertura della stagione di pesca alla trota: a partire da Domenica 26 Febbraio 2012, i tanti pesca-sportivi della provincia di Perugia potranno tornare a pescare su tutti i fiumi della provincia e non.
Prima di tornare sul torrente vanno ovviamente controllati attrezzatura, accessori e abbigliamento, specialmente se rimasti inutilizzati per diversi mesi. Per chi non l’avesse fatto dopo la chiusura della scorsa stagione, è assolutamente necessario eseguire un “tagliando” completo, sottinteso che l’attrezzatura efficiente è prerogativa di ogni attività di pesca. Il preventivo controllo individuerà eventuali danni ed usure permettendo di intervenire in tempo, personalmente o avvalendosi dell’assistenza dei laboratori presso i negozi di pesca. Non ultimo vanno considerate le possibili mete d’apertura, che dovranno essere scelte in base alle proprie attitudini e capacità. Ecco un breve vademecum, rivolto agli amanti della pesca alla trota con esche naturali, nella speranza che risulti utile per presentarsi nel migliore dei modi al grande appuntamento con la regina del torrente.

Il problema principale di ogni anno è dove andare. Comprensibile incertezza, in quanto ogni tratto di fiume o torrente fa storia a se, differenziandosi per morfologia, portata, popolazione ittica, regimazione piscatoria. I trotaioli navigati e sufficientemente informati non hanno certo bisogno di consigli: sanno ritagliarsi uno spazio nella ressa dei luoghi più frequentati o defilarsi in acque semisconosciute e insperatamente snobbate, forti della loro sagacia e conoscenza della zona, sapendo valutare a prima vista le condizioni idriche e ambientali. Per non parlare di certi accaniti “pescaturisti”, che grazie all’odierna possibilità di reperire informazioni compiono collaudati “tour d’apertura” su e giù per la penisola, approfittando della premessa diversità normativa per organizzare pescate “fuori porta” già ad inizio stagione.
Al contrario, per chi sta compiendo, da solo, i primi passi nel variegato mondo di trote e torrenti, un consiglio può essere quello di attendere pazientemente l’apertura del distretto piscatorio di residenza, recandosi in corsi d’acqua noti e possibilmente vicini, facilmente individuabili ed accessibili, di cui si siano accertate la suddivisione delle zone di pesca e i rispettivi regolamenti informandosi presso il negozio di fiducia. Nei luoghi dalla rinomata pescosità, perché preventivamente ripopolati o naturalmente molto produttivi, ci sono buone possibilità di realizzare qualche cattura nonostante la prevedibile enorme affluenza, anche se sgomitare sulle rive del torrente sminuisce notevolmente l’intimo piacere della pescata. Poco importa, è doveroso iniziare, partecipare all’inscalfito rito che ogni anno affolla vallate e trattorie, con ottimismo e buona educazione. Rimane molto tempo per concedersi altre uscite ed andare alla scoperta di nuovi luoghi di pesca.
Come sempre chiediamo la massima collaborazione a tutti i pesca-sportivi per un corretto rapporto con l’ambiente e, soprattutto, per il rispetto delle regole sia di cattura del pesce che del rispetto dell’ambiente in cui peschiamo.

BUON DIVERTIMENTO !!!