Finale Campionato Italiano spinning trota lago – Fipsas 2017

Domenica 1 ottobre si è svolta la competizione valida per il titolo di campione italiano presso il campo gara Lago Clitunno di Casco dell’Acqua – Trevi (Pg) organizzato dalla Federazione Italia di Pesca Sportiva e Attività Subacquea FIPSAS. Più di 150 agonisti provenienti da tutta Italia hanno cercato di strappare il titolo a Daniele Burchielli che invece bissa il titolo dopo la vittoria dello scorso anno. Ma vediamo come è andata la competizione.

La finale è stata caratterizzata da due prove, una al sabato mattina ed una alla domenica. Un bella giornata di sole con qualche sprazzo di vento, il sabato, ha accolto le centinaia di concorrenti giunti per la competizione. Il pesce in entrambi i giorni non è stato molto attivo, ed in qualche caso abbrancato in una sponda. La partenza della prima prova della finale è stata effettuata con spoon o rotanti da quasi la maggior parte degli agonisti, ma dopo pochi turni sono passati all’utilizzo delle esche siliconiche con una presentazione più lenta alle prede che sembravano gradire meglio.
Con il passare del tempo le mangiate erano sempre meno, fili sottili e esche sempre più leggere hanno caratterizzato le tecnica di pesca. Ogni trota catturata poteva fare la differenza.

La domenica la giornata è stata più grigia ma con assenza di vento. Le trote sembrano essere più attive e la pesca a spoon è durata qualche turno in più. Al diminuire delle mangiate i concorrenti sono tornati a pescare con la gomma, fino a fine della gara.

Daniele Burchielli ci racconta la sua gara: “Chiudo la giornata di sabato con un primo di settore e 6° piazzamento assoluto con 24 penalità. La domenica faccio la gara perfetta con 15,5 penalità, chiudendo la finale con un totale di 39,5 penalità, vincendo il titolo italiano. È una vittoria che vale molto per me. E’ stata un emozione unica, sia perché è il secondo titolo in due anni, sia perché giocavo in casa ma anche e soprattutto perché è stata sudata fino all’ultimo turno con i migliori spinner d’Italia. Un enorme grazie va alla mia società la Teramo Spinning che mi ha sempre sostenuto e incoraggiato nei giorni precedenti la competizione. Una dedica la faccio a mio figlio Federico che con la sua visita la domenica mi ha portato sicuramente fortuna.

Medaglia d’argento a Massimo Roccetti della Amici del Clitunno con 41 penalità totali nelle due prove, a 1,5 penalità di differenza su Burchielli. Terzo assoluto il giovane agonista Pierluigi Iachini della Asd Alto Chiaschio Spinning Division con 50 penalità complessive.
Complimenti a tutti i partecipanti, al vincitore per la seconda volta consecutiva e a tutti gli organizzatori della Finale del Campionato Italiano a spinning 2017.