Report – Qualificazione zona A4/A5 Campionato italiano a Box trota lago – F.i.p.s.a.s.

foto (1)

36 box partecipanti provenienti dalle regioni Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria si sono sfidati per la finale del Campionato Italiano a box di Brescia. I settori di gara erano composti da 3 box ciascuno, per un totale di 12 settore con conteggio delle penalità effettuate turno per turno come da regolamento. Per accedere alla finale del 29 giugno c.a. i box dovevano piazzarsi al primo posto di settore.

Campo gara prescelto è stato il nuovo specchio d’acqua del “Lago Le Case” di Macerata, il quale si è presentato ai garisti in perfette condizioni con condimeteo perfette, più che primaverili.

Appena giunti sul lago si vedevano bollate su tutta la superficie del lago con una ottima distribuzione del pesce su tutta la superficie grazie anche all’immissione unica; ottimamente gestito ed organizzato dalla società A.S.D. Top Team.

Gara iniziata un po’ più tardi del solito per il cambio di orario. Lo svolgimento della gara è stata: nei primi turni si sono catturate trote con le più svariate tecniche tutte più o meno redditizie. Dal galleggiante, al piombo, passando all’utilizzo della corona vicino riva, oppure con bombardine da 10gr per pescare a centro lago. Nelle fasi centrali della gara, determinante è stato l’uso del galleggiante; mentre parte finale della gara, la ricerca la si poteva fare sia con galleggianti che con bombarde di affondabilità 2 gr.

Resa del lago altissima. Pescatori del Topino presenti con un box composto da Antonini A., Piermatti G., Morosini A., Santocchi S. i quali accedono alla finale di Brescia con un bel primo di settore e quarti assoluti.